Centro Studi David Lazzaretti

Ad Arcidosso, sul Monte Amiata, patria del Giurisdavidismo, movimento religioso fondato intorno al 1870, fondato dal predicatore David Lazzaretti, sorge uno dei musei più interessanti della Maremma Toscana, il Centro Studi David Lazzaretti.

Il Giurisdavidismo

Il movimento del Giurisdavidismo nacque ad Arcidosso grazie all’azione del predicatore David Lazzaretti, originario proprio di questo comune dell’Amiata, il movimento aveva l’obiettivo principale di riformare la religione cattolica. Secondo questa religione, esistevano tre epoche della storia umana, definite “leggi” :

  • Legge Giustizia, ed il portatore era Mosè
  • Legge di Grazia, ed il portatore era Mosè
  • Legge di Diritto, ed il portatore era lo stesso David Lazzaretti

Secondo il Giurisdavidismo, la chiesa cattolica, con i suoi severi principi, era lontana dagli uomini, David Lazzaretti con il suo movimento si proponeva di apportare significativi cambiamenti alla chiesa, come l’abolizione del celibato dei sacerdoti e la fine dei riti romani.

David Lazzaretti a partire dal 1870 fondò tre istituti religiosi:

  • la Santa Lega, conosciuta anche come Fratellanza Cristiana, con scopi assistenziali
  • l’Istituto degli Eremiti Penitenzieri e Penitenti, di stampo prettamente religioso con scopi millenaristi e messianico
  • la Società delle Famiglie Cristiane, con l’obiettivo primario di creare una comunità di uomini che vivessero secondo lo spirito originario delle chiese cristiane (David istituò per queste comunità il primo Suffragio Universale, anche alle donne era infatti consentito scegliere gli organi dirigenti della cominità)

Gli istituti creati da David Lazzeretti rappresentavano una forte volontà di rispettare le volontà divine, raffigurando simbolicamente le tre virtù teologali, Fede, Speranza e Carità. Nel 1878, dopo essere stato riconosciuto come figura sovversiva, David Lazzaretti venne ucciso dai militari del Regio Esercito Italiano nella sua stessa città natale, Arcidosso, durante una processione pacifica. Ciononostante i suoi seguaci portarono avanti il movimento fino al 2002, anno della morte dell’ultimo sommo sacerdote, Turpino Chiappini. Tuttavia esistono ancora anziani praticanti che vivono principalmente nell’area del Monte Labro.

In seguito alla morte di David Lazzaretti, i suoi seguaci diedero vita ad un nuovo organigramma della Chiesa Giurisdavidica, creando di fatto le basi per la diffusione di questa religione:

  • Primo Sacerdote
  • Dodici Apostoli
  • Dodici Discepoli
  • Dodici Condiscepoli

La liturgia prevedeva la consacrazione del pane e del vino, l’atto di contrizione, preghiere e litanie. Il Battesimo invece, prevedeva un marchio a fuoco sulla pelle, una doppia C con una croce in mezzo. I luoghi sacri al Giurisdavidismo erano tutti sul Monte Labro, la torre, costruita tra il 1869 e il 1870, una piccola chiesa del 1872 e un eremo del 1875.

Il Centro Studi

Il centro studi di Arcidosso nacque nel 1978 durante le celebrazioni per il centenario della morte di David Lazzaretti, ed è ospitato nel Castello Aldobrandesco.

La visita si divide tra le tre sale :

  • nella prima sala si trovano alcuni pannelli che raccontano la storia di Arcidosso nel XIX secolo e la figura di David Lazzaretti, vi sono esposte tre tuniche giurisdavidiche, due drappi, una scultura in legno raffigurante lo stesso profeta, un interessante carboncino raffigurante David morente, ed un dipinto che rappresenta la gerarchia giurisdavidica.
  • la seconda sala racconta l’attività di profeta di David Lazzaretti ed i tre istituti religiosi da lui creati
  • la terza sala è una ricostruzione cronologica degli eventi che videro coinvolto David Lazzaretti, i suoi rapporti con le autorità religiose, le autorità civili, i suoi viaggi, in special modo quello in Francia ed infine la processione del 1878 durante la quale il profeta venne ucciso

CENTRO STUDI DAVID LAZZARETTI

Castello Aldobrandesco, Arcidosso GR

Tel. 0564968084

ORARI DI APERTURA E PREZZI

Da Ottobre a Giugno il Sabato e la Domenica 10.00 – 13.00 / 15.30 – 18.30

Luglio e Agosto dal Martedì alla Domenica 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.00

Settembre dal Martedì al Venerdì 10.00 – 13.00 / 16.00 – 19.00

Biglietto intero € 5,00

Biglietto ridotto € 3,00