maremma .name

Il Parco Regionale della Maremma

Le torri di avvistamento

Torre di Castelmarino

Torre di Castelmarino

Lungo tutta la costa della Maremma sorgono torri di avvistamento utilizzate fino in epoca ottocentesca contro le scorribande saracene.

Le torri furono quasi tutte costruite o dagli Aldobrandeschi o dai Senesi, con spesso lavori di restauro o consolidamento in epoca medicea.

Torre di Cala di Forno

Torre di Cala di Forno

Di queste ne sono arrivate a noi 8:

  • Torre Trappola

  • Torre di Castelmarino

  • Torre di Collelungo

  • Torre di San Rabano

  • Torre di Cala di Forno

  • Torre della bella Marsilia

  • Torre Bassa (o Nuova)

  • Torre di Cannelle

Torre Castelmarino

Torre di Castelmarino

La maggior parte delle torri è a pianta quadrata e sono realizzate con pietre reperite localmente.

La loro altezza difficilmente supera i 12 metri.

Frequentemente distrutte sia dai Saraceni che dagli eventi atmosferici sono soggette a periodiche ristrutturazioni od abbandoni.

Torre di Collelungo Torre di Collelungo

Torre di Collelungo

La torre di Collelungo fu costruita tra il 1587 ed il 1597 successivamente all'abbandono di quella di Castelmarino.

In origine era vi era anche una rampa di accesso esterna ed una copertura a terrazza sormontata da un tetto appoggiato su quattro pilastri.

Torre di Collelungo

Torre di Collelungo immagine d'epoca fotografata nel parco e da noi personalizzata

La torre fu distrutta nel 1847, non per mano dell'uomo, ma per un banale, se pur violentissimo, fulmine che fece crollare la struttura.

Recentemente restaurata la torre è bella ed i panorami che si vedono sia da Collelungo e sia da Castemarino "pagano" della fatica che si fa per raggiungerle.

Torre Trappola

Torre Trappola ... l'unica non saracena







Il meteo in Maremma





maremma.name
Tu sei il nostro



visitatore dal 31/07/2010



oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su








Maremma.name è pubblicato con
Licenza Creative Commons

































Il Parco della Maremma