maremma .name

I butteri della Maremma. Il gioco della bella Marsilia

Anche i butteri giocano!

Due dame (da liberare) e due cavalieri che si affrontano in una corsa a cavallo per consegnare un foulard, un cestino ed un mazzo di fiori

Questo è il gioco della Bella Marsilia a ricordare i fatti avvenuti in Maremma il 22 aprile 1543

Gioco della Bella Marsilia Gioco della Bella Marsilia


Quel giorno i pirati Saraceni di Khair-El-Din (o Kayhr ed Din) conosciuto ai più con il nome di Pirata Barbarossa, durante una razzia lungo le coste maremmane, rapirono Margherita Marsili, figlia di Nanni, e nota in Maremma come la bella Marsilia o la Rossellana per i suoi capelli fulvi.

Margherita era bella anzi molto bella e si capì subito che il suo destino non sarebbe stato quello di donna per la truppa.

Gioco della Bella Marsilia Gioco della Bella Marsilia


Finì così prima a Tunisi e da qui a Costantinopoli per entrare a far parte dell'harem del Sultano Solimano I (ma c'è chi dice che era Solimano II) di cui, si dice, diventò la favorita.

Per chi legge e conosce le storie a fumetti di DAGO, la moglie del Solimano nemica di DAGO è proprio la nostra Bella Marsilia.

Storie di mare e di pirati di cinquecento anni fa.



Per togliere ogni dubbio lo scrivente non è assolutamente coinvolto con l'organizzazione dello spettacolo, ne conosce nessuno dei butteri partecipanti allo stesso e, in ultimo ma non secondario, per queste pagine la Fattoria il Marruchetone non paga nulla!

Erano anni che volevamo vedere lo spettacolo, ci siamo andati in quattro nell'agosto 2012, abbiamo pagato il biglietto (un po' caro, ma poi ne vale la pena) e ci siamo divertiti molto.

Questo è tutto.





Il meteo in Maremma





maremma.name
Tu sei il nostro



visitatore dal 31/07/2010



oggi su acpb sono state viste ... pagine


Ti è piaciuta questa pagina?

Se "SI" votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto

e per restare in contatto con noi seguici su








Maremma.name è pubblicato con
Licenza Creative Commons

































I Butteri della Maremma